Sunday, January 28, 2007

domenica sugli alberi

domenica sugli alberi
colori belli e tristi la mattina
drappi neri alla finestra
sognando luigi tenco
ad occhi aperti

quieta disperazione
ravvivami settembre, novembre e gennaio
ottobre con i morti che non sai
piero, pietà - quant'altri ormai
domenica sugli alberi
parlando alla mattina

penso molte e molte ore
all'unico suicidio di cui so
che ancora non ha avuto
luogo
né tempo per fermarmi
domenica sugli alberi
parlando con i corvi che non sono
che non sanno che è domenica
che non sanno più suonare
canzoni senza verbi
canzoni senza suoni

gli gnomi del mercato han chiuso presto
il sabato è sparito nel tuo letto
io non c'ero più
tu forse, poi sei sparita
come un corvo sordo ai suoni del mattino
come il male che si scioglie dentro al vino
che non ho
che non hai
canzone senza verbo
parola senza suono
quale corvo sordo e stronzo
che da solo si circonda
di drappi belli e neri
alla finestra di un autunno
perso presto

eterno ora è il riposo
mai più molesto
mi sveglio
ti sveglio
riposo accanto
desto